DOCUMENTAZIONE RICHIESTA

  • Statuto aggiornato del Comune;
  • Copia autentica in bollo della delibera del Consiglio comunale (ed eventuale delibera attuativa della Giunta) avente ad oggetto la stipula dell’atto;
  • Copia (anche non autentica) della delibera di nomina del dirigente o del responsabile del servizio, autorizzato alla stipula del contratto (non necessaria se a rappresentare il Comune e’ il segretario comunale);
  • Verifica con il Comune (in caso sia parte alienante) che l’atto sia soggetto ad imposta di registro o IVA;
  • Determinazione del responsabile del procedimento di spesa che autorizza il contratto (art. 192 del D.Lgs. 18 agosto 2000 n. 267), secondo lo schema seguente:

Il responsabile del procedimento di spesa, richiamata la deliberazione del Consiglio comunale n. ……… in data …………. , visto l’art. 192 del D. Lgs. 18 agosto 2000 n. 267,
determina di stipulare un contratto di compravendita con …………………. ;
che detto contratto sara’ regolato secondo quanto risultante nella suindicata deliberazione del Consiglio comunale, alla quale si rinvia anche per la determinazione del fine del contratto stesso;
che la scelta del contraente e’ effettuata ………………………. ;
che il prezzo della compravendita e’ fissato in lire ………………… , che verra’ pagato contestualmente alla stipula dell’atto, con rinunzia ad ogni diritto di ipoteca legale;
che l’atto di compravendita sara’ stipulato nella forma dell’atto notarile pubblico;
che verra’ garantita la piena proprieta’ e liberta’ dell’immobile compravenduto;
che il possesso verra’ trasferito contestualmente alla stipula dell’atto

D.Lgs. 267/2000.
Articolo 192
Determinazioni a contrattare e relative procedure.

  1. La stipulazione dei contratti deve essere preceduta da apposita determinazione del responsabile del procedimento di spesa indicante: il fine che con il contratto si intende perseguire; l’oggetto del contratto, la sua forma e le clausole ritenute essenziali; le modalità di scelta del contraente ammesse dalle disposizioni vigenti in materia di contratti delle pubbliche amministrazioni e le ragioni che ne sono alla base;
  2. Si applicano, in ogni caso, le procedure previste dalla normativa della Unione europea recepita o comunque vigente nell’ordinamento giuridico.